Broker Assicurazione Sanitaria

Come scegliere un buon broker perle assicurazioni sulla vita

 assicurazione sanitaria

Nel campo delle assicurazioni sulla vita, che tu sia un neofita o hai già avuto esperienze, sarà necessario fare riferimento ad un broker o ad un agente, dunque è bene sceglierne uno accuratamente prima di tuffarsi a capofitto in questo campo.

È da tenere a mente che se si utilizza uno stesso broker per un periodo di tempo prolungato, si impara a conoscere il suo modo di lavorare e dunque si gestiscono meglio gli affari; al contrario cambiarne uno troppo di frequente non può che danneggiare la qualità delle transazioni. È dunque bene che la scelta sia particolarmente ponderata. Effettivamente, non sono molti gli aspetti da valutare, ovviamente esclusi consigli, pareri personali ed affini. Qui elencati sono disponibili i principali:

 

  • Tipo di ente

Prima di appoggiarsi ad un qualunque ente, è fondamentale accertarsi della sua tipologia. I broker sono consigliabili per chiunque voglia un approccio molto professionale e faccia a faccia, i broker infatti lavorano in maniera indipendente e spesso addirittura come freelancer.

Al contrario un agente lavora per grosse compagnie e quindi è possibile che offra servizi più vicini all’utente e di semplice approccio. Quest’ultimo è sicuramente più indicato per un utente al suo primo approccio ad un assicurazione sulla vita.

 

  • Trascorsi

Bisogna conoscere diverse informazioni riguardanti il broker/agente scelto, questo perché prima di affidarsi ad uno è necessario assicurarsi che sia completamente affidabile e che non sia “di parte”. Per una scelta ottimale, sarà necessario fare qualche ricerca sul broker/agente scelto, bisognerà chiedere in primo luogo del suo passato professionale. Denunce, lamentele ed affini sono eventi alla quale fare particolarmente attenzione, inoltre si potrebbe chiedere di esibire le licenze necessarie per operare. Particolare attenzione, va posta  anche sui comportamenti dello stesso (soprattutto per quanto riguarda i broker), è possibile che esistano degli accordi, ufficiali o non, con alcune compagnie.

 

  • Presenza online

Un aspetto fondamentale è la presenza onlinedel broker/agente, dal momento che sarà la via principale per comunicare con esso e verrà utilizzata ogni qual volta si voglia avere maggiori informazioni sulla scelta dell’assicurazione o semplicemente se si hanno dei dubbi da risolvere.

A questo proposito si ricordi che i broker, lavorando da soli potrebbero avere una forte presenza online, perché ovviamente hanno necessità di essere trovati e conosciuti, d’altro canto un agente, avendo una grossa compagnia alle spalle, potrebbe offrire un approccio più personale ed essere più disponibile in tempi relativamente brevi.

Sanità in Italia

L’effetto delle coppie di valute sui costi della sanità in Italia

Nel trading forex si sente spesso parlare di coppie di valute, ma che effetto hanno sulla sanità italiana? Le coppie sono dei rapporti tra differenti valute il quale valore oscilla a seconda delle variazioni di entrambe le monete. Questi rapporti possono causare sbalzi di prezzi importanti in prezzi di farmaci e costi di trattamenti medici.

Le coppie di valute sono alcuni degli investimenti più utilizzati nelle strategie aggressive e poco dilazionate nel tempo. L’andamento delle coppie è molto volatile e quindi assolutamente inadatto agli investimenti a medio o lungo termine. Tuttavia, la volatilità di questo genere di investimenti può stravolgere il mercato farmaceutico da un minuto all’altro. Oltre alle coppie di valute ce ne sono di simili, apparentemente uguali ma con significato completamente diverso, ovvero le coppie di commodity: coppie di valute associate all’andamento di determinati beni. Alcuni esempi di queste coppie sono:

Salute

  • AUD / USD (Dollaro Australiano / Dollaro USA) associato a prodotti aurei.
  • USD / CAD (Dollaro USA / Dollaro Canadese) associato ai prodotti petroliferi.
  • NZD / USD (Dollaro Neo Zelandese / Dollaro USA) associato ai prodotti aurei.

La coppia è rappresentata da due elementi, la valuta di base e la valuta quotata. Se si prende in esempio la coppia euro dollaro (EUR/USD) si potrà associare il ruolo di  valuta di base all’euro (EUR) e la funzione di valuta quotata al dollaro americano (USD). Esattamente come ci si può aspettare seguendo una nozione matematica elementare, la coppia esprime un rapporto (dunque una divisione algebrica tra la valuta di base e quella quotata) avendo un valore simile a 1,40 in questo caso specifico. I costi dei trattamenti e delle medicine, sono strettamente legati al rapporto che l’euro ha con le materie prime da cui vengono ricavati (se quotate) o dai beni che ne possano influenzare il mercato.

Investendo in una coppia di valuta, è come se si stesse acquistando un’unità della valuta di base, quindi 1€ nel nostro caso, al costo di 1.40$, il valore di questa coppia può variare in positivo sia all’aumentare del valore dell’euro, che all’abbassarsi del dollaro e viceversa può abbassarsi al calare del valore dell’euro e all’aumentare di quello del dollaro.Nel caso in cui si abbiano dei soldi investiti in una qualunque coppia, e si nota una tendenza alla perdita di valore, è bene disinvestire la somma impegnata in questa coppia ed investire al contrario in una diametralmente opposta (EUR/USD →USD/EUR). Non potendo le case farmaceutiche disinvestire, si possono trovar costrette, come anticipato a dover aumentare vertiginosamente i costi.

È da tenere a mente, prima di investire, che questo genere di investimenti è molto rischioso e volatile, dunque è bene non tenere del capitale investito in valuta per un periodo superiore a qualche ora. Ci sono alcuni momenti nel mercato giornaliero o settimanale in cui è più probabile un guadagno in questo genere di